Università Iuav di Venezia
Unità di ricerca in Museologia del Design
e AIS/Design, Commissione Musei

Con la collaborazione di
Dottorato in Scienze del Design
Scuola di Dottorato Iuav
Archivio Progetti

Con il patrocinio di
Triennale Design Museum e ICOM

promuovono

UNIVERSITÀ, MUSEI, ARCHIVI
Il design fa rete
Giornate di Studio

23_24 ottobre 2012
Palazzo Badoer, Aula Tafuri

L’Unità di ricerca in Museologia del Design dell’Università Iuav di Venezia, in collaborazione con AIS/Design, organizza due giornate di studio che mirano a investigare la relazione fra la ricerca, la pratica del design e il museo. L’incontro si propone come momento d’avvio di una rete di contatti e collaborazioni fra gruppi di ricerca impegnati nelle università su temi, istanze e progetti relativi alla relazione fra discipline del design e museo, e le istituzioni museali che hanno il design nei loro progetti culturali.
Il mondo dei musei e dei beni culturali continua a svilupparsi richiedendo un costante aggiornamento teorico e pratico capace di incontrare le esigenze di tutela, interpretazione e promozione, in nome di nuove parole-chiave quali partecipazione e interazione. Un aggiornamento che, particolarmente in Italia, il settore pubblico non è in grado di assicurare. Dall’altro lato, negli ultimi anni il design ha maturato un interesse particolare per il museo, non solo nella sua dimensione fisica ma anche in quella sociale e culturale, che richiede conoscenze specifiche e approcci interdisciplinari – dalla progettazione architettonica all’exhibit design.
Anche in Italia, come già all’estero, l’Università – in specie atenei e facoltà con corsi di laurea, master e dottorati in design – ha avanzato la necessità di riflettere teoricamente e criticamente, oltre la pratica professionale, sulle relazioni che legano la progettazione al museo, e di verificare la validità di strumenti e approcci, collaborando con istituzioni museali e culturali. In questo quadro, sono attivi presso diversi atenei italiani gruppi di ricerca e studio con finalità simili ma ciascuno contraddistinto da interessi e specializzazioni propri. Questi gruppi di ricerca hanno avviato collaborazioni con istituzioni locali e hanno contribuito, attraverso tesi, pubblicazioni, conferenze, a sviluppare un apparato teorico-critico originale. Ciascuno di questi gruppi, inoltre, è riuscito a costruire una rete di contatti e partnership che si estende oltre i confini nazionali.
Quel che tuttavia sembra mancare allo stato attuale sono il dialogo e la collaborazione reciproca fra questi gruppi di ricerca in Italia, tanto più importante oggi quando condurre ricerca significa sempre più fare rete. L’assenza di un contatto e coordinamento fra queste entità inevitabilmente penalizza l’immagine che dell’Università possono avere istituzioni museali, che non percepiscono ancora il mondo della ricerca come interlocutore necessario. Un problema che si sente fortemente, nel momento in cui, anche in Italia, si sono avviati o si stanno avviando importanti progetti museali (fra gli altri, Triennale Design Museum, il MAXXI di Roma, il Museo del Novecento a Milano, l’M9 a Mestre).
Il primo incontro verterà su due temi principali – “Musei e design” e “Università: una rete per la ricerca e la professione”.
I relatori si confronteranno poi in una tavola rotonda con ricercatori e designer.

 

La seconda giornata, patrocinata da AIS/Design nell’ambito della Commissione di lavoro sui Musei, verterà su “Storia del design: musei, mostre e archivi”.
Lo sviluppo degli studi storici del design negli ultimi decenni ha messo in luce il ruolo che istituzioni quali musei, mostre e archivi hanno avuto e possono avere nella definizione della storia e della storiografia del design.
Da un lato, collezioni di oggetti, fondi d’archivio, mostre e musei, attraverso la loro storia e le loro attività permettono di ricostruire vicende importanti della cultura del design moderno e contemporaneo.
Dall’altro lato – in un’epoca in cui si amplia continuamente lo spettro del patrimonio materiale e immateriale del design – la presenza della storia e degli storici all’interno o accanto a simili istituzioni appare oggi una questione da sostenere ed esplorare.
La sessione “Storia del design: musei, mostre e archivi” intende riflettere su queste tematiche attraverso l’intervento di storici del design a vario titolo coinvolti sul tema della conservazione, dello studio e della esposizione del design.
All’interno della sessione, è prevista la presentazione di alcune recenti ricerche condotte da giovani laureati con il ricorso a risorse d’archivio a documentare la ricchezza di materiali, vicende e punti di vista che possono essere utilmente approfonditi attraverso le fonti originali.